Boeing in Italia


Boeing è presente in Italia da 70 anni e lavora a stretto contatto con l'industria aerospaziale, le forze armate e le principali linee aeree. Boeing ha circa 150 dipendenti diretti in Italia, dislocati tra Roma, Pratica di Mare (RM), Foggia, Grottaglie (TA), Milano, Pomigliano d'Arco (NA), Viterbo e Sigonella (SR) che lavorano nella gestione dei rapporti con partner e fornitori, nei servizi operativi, nelle attività commerciali, nel marketing e nella comunicazione.

A Grottaglie-Monteiasi, vicino a Taranto, la Divisione Aerostrutture di Leonardo realizza la parte centrale e posteriore della fusoliera del Boeing 787 Dreamliner. Sempre in Puglia, a Foggia, Leonardo realizza anche lo stabilizzatore orizzontale (il piano di coda) del 787. La struttura in materiale composito, che nel 787 sostituisce l'alluminio, grazie alle sue qualità, fra le quali la maggiore leggerezza, consente di ridurre i consumi di carburante.

Presso la Base aerea di Pratica di Mare, Boeing (BGS) ha aperto da anni un centro tecnico con un team dedicato che supporta la gestione e manutenzione dei velivoli KC-767A Tanker, in dotazione all'Aeronautica Militare Italiana.

Altre collaborazioni con la supply chain includono, tra l'altro, la partnership con General Electric attraverso Avio Aero (a GE Business Aviation) sui motori GEnx e GE90 e con UmbraGroup, le cui viti a ricircolo di sfera sono installate su tutti gli aerei passeggeri Boeing.

Boeing ha profonde radici in Italia. Il primo gruppo aerospaziale al mondo ha un rapporto sinergico con il nostro Paese, le sue industrie, le compagnie aeree e le forze armate. È un catalizzatore di progresso tecnologico ed economico per l'industria italiana tramite i suoi numerosi rapporti di collaborazione. Crea valore per i suoi clienti italiani commerciali e governativi con i suoi prodotti e servizi. La partnership con l'Italia crea occupazione qualificata, innovazione tecnologica e accesso ai mercati mondiali.

Ogni anno Boeing spende circa 1 miliardo di dollari con fornitori italiani di prima fascia e le sue attività, in base allo Studio Oxford Economics realizzato nel 2018, sostengono oltre 16.000 posti di lavoro così suddivisi:

  • Più di 6.900 persone sono impiegate a seguito di operazioni e acquisti da parte di Boeing, come anche in conseguenza delle spese relative ai dipendenti diretti di Boeing o alle persone impiegate nella sua supply chain.
  • Più di 9.100 posti di lavoro sono sostenuti dalla fornitura di attrezzature e servizi direttamente ai clienti di Boeing (cosiddetto impatto consequenziale).