• Boeing si aggiudica un contratto da 1,6 miliardi di dollari per gli aerei da pattugliamento marittimo P-8A Poseidon

    • La US Navy effettua un ordine per ulteriori P-8A: 11 jet aggiuntivi per pattugliare il globo

    ARLINGTON, Virginia,  1 aprile 2021 - La Marina degli Stati Uniti ha assegnato oggi a Boeing un contratto di produzione da 1,6 miliardi di dollari per i prossimi 11 P-8A Poseidon. Nove aerei entreranno a far parte della flotta della Marina degli Stati Uniti e due andranno alla Royal Australian Air Force (RAAF), partner nel programma congiunto P-8A dal 2009. Il contratto porta il totale dei velivoli P-8A della Marina statunitense a 128 e il totale della RAAF a 14.

    “Il P-8A continua a essere un asset inestimabile e questi aeromobili aggiuntivi aiuteranno a fornire alla flotta capacità di pattugliamento marittimo e ricognizione ampliate”, ha dichiarato il capitano Eric Gardner, Program Manager del Maritime Patrol and Reconnaissance Program Office della Marina degli Stati Uniti.

    Il P-8A è un aereo da guerra antisommergibile a lungo raggio utilizzato dalla Marina degli Stati Uniti. È fondamentale per la raccolta di informazioni, la surveillance reconnaissance e la search and rescue. Operativo in tutto il mondo, con 103 aerei in servizio e oltre 300.000 ore di volo, le prestazioni e l’affidabilità del P-8 offrono fiducia ai clienti che operano in un contesto sfidante.

    “Continuiamo a ricevere feedback dagli squadroni della Marina che ci dicono che il P-8A sta superando le aspettative", ha affermato Stu Voboril, vicepresidente e responsabile del programma P-8A di Boeing. "Il nostro obiettivo è fornire i migliori aerei da pattugliamento marittimo del mondo. Ciò accade soltanto quando i team collaborano veramente, ascoltano e si concentrano sulle priorità dei clienti”.

    Il P-8 è militarizzato con armi marittime, una moderna struttura e un supporto commerciale di maggiore accessibilità economica. È il principale velivolo in grado di rilevare e tracciare i sottomarini. L’aereo viene modificato per includere un vano bombe e piloni per le armi. Ha due postazioni di armi su ciascuna ala e può trasportare 129 boe. L’aereo è inoltre dotato di un sistema di rifornimento in volo.

    Derivato militare del Boeing 737 Next-Generation, il P-8 combina il sistema d’arma più avanzato al mondo con i vantaggi in termini di costi dell’aereo di linea più popolare del mondo. Il P-8 condivide l’86% di comunanza con il 737NG commerciale, fornendo enormi economie di scala della catena di approvvigionamento nella produzione e nel supporto.

    Il P-8 ha due varianti: il P-8I, operato dalla Marina indiana, e il P-8A Poseidon, operato dalla US Navy, dalla Royal Australian Air Force e dalla Royal Air Force del Regno Unito. La RAAF ha acquisito l’aereo Boeing attraverso il processo di FMS (Foreign Military Sale) e riceverà una variante progettata e prodotta per la US Navy chiamata P-8A Poseidon.

    Per ulteriori informazioni su Difesa, Spazio e Sicurezza, visitare www.boeing.com. Seguici su Twitter: @BoeingDefense e @BoeingSpace.

    Un aereo da pattugliamento marittimo multi-missione P-8A della Marina degli Stati Uniti sorvola il Monte Rainier nello Stato di Washington. (Foto Boeing)

    Alcuni aerei P-8A Poseidon riempiono il P-8 Installation and Overhaul Center a Tukwila (Stato di Washington), dove si installano i sistemi militari e ci si prepara per la consegna. (Foto Boeing)

    P-8A Poseidon della Royal Australian Air Force.