Michael Arthur

Presidente, Boeing International

Sir Michael Arthur è stato nominato presidente di Boeing International ad aprile 2019. Riporta direttamente al presidente e CEO di Boeing, Dennis Muilenburg ed è anche membro del Boeing Executive Council, primo cittadino non americano all’interno del Consiglio.

Arthur è responsabile della strategia internazionale dell’azienda e delle operazioni corporate fuori dagli Stati Uniti, sovrintendendo a 18 uffici regionali nei mercati globali chiave. Le sue responsabilità includono lo sviluppo della crescita dell’azienda e le iniziative fuori dagli Stati Uniti, la creazione di nuovi business e di partnership industriali, la supervisione degli affari internazionali, il rafforzamento della presenza locale Boeing e la fornitura di supporto funzionale globale.

In precedenza, Arthur è stato presidente di Boeing Europa e managing director di Boeing Inghilterra e Irlanda. È entrato in azienda nel settembre 2014 a capo di Boeing Inghilterra e Irlanda e ha assunto responsabilità aggiuntive per l’Europa a marzo 2016. In questo ruolo, Arthur ha condotto la strategia europea dell’azienda e le operazioni per guidare la crescita del business attraverso il rafforzamento dell’allineamento regionale e il miglioramento delle efficienze operative. È stato anche responsabile del coordinamento di tutte le attività di business di tutta l’azienda in Inghilterra e Irlanda.

Prima di entrare in Boeing, Sir Michael Arthur ha trascorso trent’anni nei servizi governativi internazionali con il Servizio Diplomatico britannico del Foreign and Commonwealth Office (FCO), seguiti da tre anni come membro fondatore di un’azienda di consulenza basata nel Regno Unito. Dal 2007 al 2010 è stato ambasciatore inglese in Germania. Tra il 2003 e il 2007 è stato alto commissario britannico in India.

Oltre al suo ruolo all’interno di Boeing, Arthur è direttore non esecutivo di Diligenta, presidente della British Chamber of Commerce tedesca, UK chairman della Königswinter Foundation e membro associato del Bupa.

Arthur ha conseguito la laurea in politica, filosofia ed economia al Balliol College di Oxford. Dopo gli studi accademici, ha ricoperto vari ruoli diplomatici a New York, Bruxelles, Parigi, Bonn, Londra e Washington. Tra le posizioni ricoperte: direttore generale FCO, direttore delle risorse e principal finance officer del Servizio Diplomatico. È stato deputy chief of mission a Washington durante gli ultimi due anni dell’amministrazione Clinton (1999-2001). Parla correntemente tre lingue: inglese, francese e tedesco.