• Boeing prevede un mercato dell’aerospazio e difesa da 8,7 trilioni di dollari fino al 2028

    • Domanda in crescita attesa nei mercati dell’aviazione commerciale, spazio e servizi
    • La previsione commerciale ventennale prevede un mercato da 16 trilioni di dollari, alimentato dal fabbisogno di 44.040 nuovi aerei e dei relativi servizi

    LE BOURGET, Francia,  17 giugno, 2019  - Una solida industria dell’aviazione commerciale, un investimento stabile per la difesa e il bisogno di servire tutte le piattaforme attraverso il loro ciclo di vita sono alla base della crescita del mercato dell’aerospazio e della difesa,secondo il Boeing Market Outlook. Diffuso oggi al Paris Air Show, l’Outlook valuta il mercato aerospaziale e della difesa a 8,7 trilioni di dollari nel prossimo decennio, in crescita rispetto agli 8,1 trilioni di un anno fa.

    Il Boeing Market Outlook (BMO) include la previsione di una domanda da 3,1 trilioni di dollari per aerei commerciali fino al 2028, dato che gli operatori sostituiscono gli aerei più vecchi con modelli più capaci e che consentono risparmio di carburante ed espandono le loro flotte per soddisfare la crescita costante del trasporto aereo nei mercati emergenti e in quelli consolidati.

    Il BMO inoltre prevede opportunità nel settore difesa e spazio per 2,5 trilioni di dollari durante il prossimo decennio in vista del fatto che i governi modernizzano le piattaforme e i sistemi militari, perseguono nuove tecnologie e capacità e accelerano l’esplorazione, dal mare allo spazio. La spesa prevista – che abbraccia aerei militari, sistemi autonomi, satelliti, navicelle spaziali e altri prodotti – continua a essere globale, con il 40% degli investimenti previsti fuori dagli Stati Uniti.

    Supportare le piattaforme militari, spaziali e commerciali con soluzioni lifecycle alimenterà un mercato di servizi del valore di 3,1 trilioni fino al 2028.

    “L’aerospazio e la difesa continuano a essere settori industriali sani e in crescita nel lungo periodo, sostenuti da basi solide nei campi commerciale, difesa e servizi e dalla domanda, che è geograficamente varia e più bilanciata tra sostituzione e crescita, come mai prima d’ora”, ha commentato Greg Smith, Boeing Chief Financial Officer ed Executive Vice President of Enterprise Performance & Strategy.

    Boeing oggi ha anche diffuso il suo Commercial Market Outlook (CMO) 2019, una previsione a lungo termine che esplora a fondo il mercato degli aerei commerciali e dei servizi. L’ultimo CMO mostra come la crescita del volume dei passeggeri e l’incremento dei pensionamenti degli aerei porterà a un fabbisogno di 44.040 nuovi aerei, per un valore di 6,8 trilioni di dollari nei prossimi vent’anni e fino al 3% in più rispetto a un anno fa. La flotta globale di aerei passeggeri supporterà inoltre il fabbisogno di servizi per l’aviazione per un valore di 9,1 trilioni di dollari, portando a un’opportunità totale per il mercato commerciale di 16 trilioni di dollari fino al 2038.

    “Più e più volte, l’aviazione commerciale ha dimostrato di essere estremamente forte. Nonostante una recente crescita moderata del traffico passeggeri e cargo, tutti gli indicatori puntano alla nostra industria, sostenendo la sua storia di espansione economicamente vantaggiosa senza precedenti. Di fatto, vediamo un mercato più ampio, radicato e più bilanciato di quello che abbiamo visto in passato”, ha commentato il Boeing Commercial Marketing Vice President Randy Tinseth. “I sani fondamenti del mercato alimenteranno un raddoppio della flotta commerciale nei prossimi vent’anni e un imponente ecosistema di soluzioni lifecycle per mantenerlo e supportarlo”.

    Delle consegne di nuovi aerei, gli analisti dicono che il 44% servirà a rimpiazzare gli aerei datati mentre il resto soddisferà la crescita del traffico aereo. Insieme, i nuovi aerei sosterranno un’industria dove il traffico passeggeri crescerà una media del 4,6% e il traffico cargo crescerà in media del 4,2%. Considerando i nuovi aerei e quelli che rimangono in servizio, si prevede che la flotta globale commerciale accoglierà 50.660 aerei entro il 2038. È questa la prima volta in cui la flotta prevista ha raggiunto la soglia di 50.000.

    Il segmento maggiore degli aerei rimane quello single-aisle come il 737 MAX, dato che gli operatori hanno previsto una domanda di 32.420 nuovi aerei. Questo mercato da 3,8 trilioni di dollari è guidato in gran parte dalla forza continua dei vettori low-cost, da una prospera richiesta di sostituzione e dalla continua crescita nell’area Asia-Pacifico.

    Nel segmento widebody, Boeing prevede una domanda di 8.340 nuovi aerei passeggeri del valore di oltre 2,6 trilioni di dollari nel prossimo ventennio. La domanda widebody è dominata in parte da una significativa ondata di aerei più vecchi che avranno bisogno di essere sostituiti, cominciando entro pochi anni. Rinforzandosi la domanda per aerei più grandi, gli operatori avranno bisogno di 1.040 nuovi freighter nel periodo previsto.

    La flotta di aerei globale continuerà a generare una significativa domanda per servizi aeronautici, incluso il supporto alla catena di fornitura (ricambi di pezzi e logistica), manutenzione e servizi ingegneristici, modifiche agli aerei e operazioni con le compagnie aeree. Nei prossimi 20 anni, Boeing prevede un mercato di servizi per l’aviazione commerciale di 9,1 trilioni di dollari con una crescita annuale del 4,2%.

    “Questo è un mercato molto dinamico e stimolante, spinto dalla nuova tecnologia e dall’inarrestabile spinta verso una maggiore efficienza, affidabilità e sicurezza”, ha aggiunto Tinseth. “Sul fronte della tecnologia, vediamo operatori usare droni per ispezionare gli aerei e produttori approfondire l’analisi dei dati per migliorare manutenzione e prestazioni degli aerei. Soprattutto, gli operatori si rivolgono ai provider per offrire soluzioni che li aiutino a servire i loro clienti in modo più efficiente e affidabile.

    Le principali categorie nella previsione dei servizi includono il mercato da 2,4 trilioni per la manutenzione e l’ingegneristica, che copre gli incarichi richiesti per manutenere o ripristinare l’aeronavigabilità di un aereo e dei suoi sistemi, dei componenti e delle strutture. Un’altra categoria importante è il mercato da 1,1 trilioni di dollari per le flight operation, che copre i servizi associati con la cabina di pilotaggio, i servizi di cabina, la formazione dell’equipaggio e la gestione delle operazioni aeree.

    La regione Asia-Pacifico, che comprende anche la Cina, continuerà a dominare la crescita futura, contando per il 40% delle consegne totali e il 38% del valore totale dei servizi. Nord America ed Europa stanno fra le tre regioni in cima alla classifica della crescita future.

    Nel mondo, la crescente domanda della flotta commerciale richiederà un maggior numero di piloti, tecnici ed equipaggi. Il Pilot and Technician Outlook Boeing del 2019 prevede che l'industria dell'aviazione civile avrà bisogno di quasi 2,5 milioni di nuovi addetti all'aviazione entro il 2038.

    Il Commercial Market Outlook (CMO) è la previsione di più lunga durata ed è considerata l’analisi più completa del settore dell'aviazione commerciale. Il CMO e altre previsioni di mercato Boeing sono disponibili all'indirizzo https://www.boeing.com/commercial/market/.