Miglioramenti delle prestazioni per il Boeing 737 Next-Generation

Il consumo di carburante ridotto del 2%
Nell’aprile 2009 Boeing annunciò un pacchetto di modifiche alla cellula e ai motori volto a ottenere una riduzione del 2% del consumo di carburante e delle emissioni di carbonio per gli operatori di 737 Next-Generation.

Modifiche aerodinamiche per ridurre la resistenza
Riduzioni strategiche della resistenza al flusso dell’aria intorno al velivolo assicureranno una riduzione dell’1% del consumo di carburante.
  • Le luci di navigazione superiori e inferiori passano dalla forma tonda a una sagoma a goccia allungata più aerodinamica
  • Le carenature dei vani delle ruote sono state ridisegnate per un flusso più regolare dell’aria in corrispondenza degli elementi principali del carrello
  • Sfiati di scarico del Sistema di Controllo Ambientale riprogettati
  • Bordi d’uscita di slat e diruttori affinati aerodinamicamente

Modifiche al motore riducono i consumi di carburante e il costo della manutenzione
CFM sta introducendo il suo nuovo programma di miglioramento del motore CFM56-7BE in modo da farlo coincidere con le modifiche apportate da Boeing alla cellula. Le modifiche alle turbine ad alta e bassa pressione si tradurranno in una riduzione dell’1% del consumo di carburante. Oltre agli interventi sul motore, Boeing sta ottimizzando la spina e l’ugello del flusso primario.

Le nuove modifiche al motore abbasseranno la temperatura interna dei motori. A seconda della potenza nominale, le temperature inferiori di funzionamento del motore comporteranno una riduzione del 4% dei costi di manutenzione. Il CFM56-7BE giungerà alla linea di produzione della Boeing a partire dalla metà del 2011. Questi miglioramenti delle prestazioni costituiscono gli esempi più recenti dell’innovazione continua che Boeing ha adottato per gli operatori dei Next-Generation.