Il significativo impatto economico delle attività di Boeing in Italia

Oltre 13.000 posti di lavoro generati

Una ricerca dell’Oxford Economics, commissionata da Boeing, ha evidenziato i significativi benefici economici che l’Azienda apporta in Italia. Boeing vede l’impiego diretto di circa 200 persone in Italia e questo dato è in continua crescita grazie alla sempre costante e tangibile presenza dell’Azienda nel paese, specialmente in funzione della partnership stabilita con Leonardo, la Divisione Aerostrutture di Leonardo e altri supplier di prima fascia. La maggior parte dei diretti impiegati Boeing in Italia lavora a supporto del programma 787 presso gli stabilimenti della Divisione Aerostrutture di Leonardo di Grottaglie, Foggia e Pomigliano d’Arco, oltre che nella sede direzionale di Roma.

L’impiego di supplier italiani da parte di Boeing ha generato un considerevole numero di posti di lavoro attraverso tutta la catena di fornitori, di prima fascia e non. Questo effetto è il cosiddetto impatto indiretto di Boeing. Nel 2015, l’Azienda ha investito un totale di $2.2 miliardi per servizi e forniture di equipaggiamenti in Italia.

La partnership primaria di Boeing in Italia è rappresentata dall’accordo con la Divisione Aerostrutture di Leonardo, sulla base del quale le due aziende aerospaziali cooperano nella produzione di quasi il 15% del 787 Dreamliner. Nello specifico, presso lo stabilimento della Divisione Aerostrutture di Leonardo di Grottaglie prendono vita le sezioni 44 e 46 della fusoliera, mentre nella sede di Foggia viene realizzato lo stabilizzatore orizzontale.

Il Boeing 787 Dreamliner, lanciato nell’aprile 2004, è un velivolo super-efficiente e rivoluzionario, costruito in partnership con un team di aziende internazionali leader nel settore aerospaziale, e viene assemblato da Boeing nella sua struttura di Everett. Realizzato al 50% in materiali compositi, il Dreamliner vanta tecnologie all’avanguardia e un rivoluzionario design.

Gli sviluppi tecnologici applicati hanno portato a una sensibile riduzione del consumo di carburante, che ha proiettato il 787 ad essere più funzionale e più efficiente di qualsiasi altro aereo in commercio. Nelle sue tre versioni (787-8, -9, -10), il Dreamliner può trasportare da 210 a 330 passeggeri e volare per un massimo di 7.000 miglia nautiche (12.964 km). Il 15 Dicembre 2009 il primo 787 ha decollato da Everett per il primo test in volo, mentre la prima consegna al cliente di lancio ANA (All Nippon Airways) è avvenuta il 15 Dicembre 2011. Boeing ha consegnato a marzo 2015 il primo 787-9 Dreamliner assemblato nello stabilimento di North Charleston, South Carolina, a United Airlines. Inoltre, Boeing ha completato a dicembre 2015 la progettazione di dettaglio del 787-10 Dreamliner, raggiungendo un altro importante traguardo nello sviluppo del più recente e più lungo membro della famiglia 787.

Anche le attività del settore BDS hanno mosso e continuano a farlo l’economia italiana e lo sviluppo di posti di lavoro. La partnership di Boeing con la Divisione Elicotteri di Leonardo sta portando avanti il progetto di realizzazione dei nuovi elicotteri Chinook CH-47F, i primi dei quali sono stati consegnati all’esercito italiano.

Il totale dei posti di lavoro supportati dalle attività Boeing in Italia è di circa 13.000, mentre il numero complessivo dei posti di lavoro che Boeing muove con le sue attività è di 22.955 - supportando un lavoro ogni 1.850 sul territorio italiano.