Interni

Gli interni del Dreamliner sono stati progettati dopo aver sondato i desideri dei passeggeri in tutto il mondo su quale fosse l’ambiente migliore da trovare a bordo di un aereo.

Due sono stati gli aspetti principali emersi: in primo luogo, le persone sono affascinate dalla sensazione di volare e amano vivere pienamente questa esperienza quando sono in volo. In secondo luogo, i passeggeri desiderano trovare in aereo un ambiente accogliente e tranquillo.

I passeggeri potranno apprezzare gli interni di nuova concezione del 787 già sulla porta d’accesso, dove saranno accolti da un ampio ingresso con soffitto a volta, studiato per trasmettere una sensazione di benvenuto e di spaziosità.

La spaziosità è accentuata da un sapiente mix di illuminazione e design del soffitto che riproduce un effetto ‘cielo’.
Ampie arcate simili a quelle dell’ingresso sono poi riprodotte in altre parti della cabina, per permettere al passeggero una piena fruizione di spazi ben proporzionati. L’effetto ‘cielo’ è replicato lungo tutti e due i corridoi dell’aereo, con fonti luminose che cambiano di colore e intensità durante il volo.

La fusoliera è larga 35 centimetri in più rispetto ai modelli concorrenti, rendendo disponibile per l’installazione dei sedili lo spazio più grande mai offerto su un aereo commerciale. Con un allestimento a otto posti per fila, i sedili della classe economica saranno i più larghi mai installati su un aereo da trasporto passeggeri.

I corridoi della classe economica avranno una larghezza di 55 centimetri, vale a dire 6 cm in più di quelli presenti solitamente in questa classe su ogni altro aereo a doppio corridoio.

I finestrini (48×28 cm) sono molto più grandi rispetto a quelli degli aerei odierni e consentiranno una buona visuale verso l’orizzonte anche dai sedili centrali. Cambia inoltre drasticamente il concetto di oscuramento: l’equipaggio potrà infatti oscurare elettronicamente i vetri dei finestrini, in modo da ricreare un ambiente adatto per i passeggeri che vogliano riposare. Al tempo stesso i vetri resteranno sufficientemente trasparenti da permettere agli altri di godersi appieno il panorama e l’esperienza del volo. Resta comunque a disposizione di ogni passeggero la possibilità di oscurare completamente il proprio finestrino.

Gli alloggiamenti per i bagagli a mano saranno i più grandi mai realizzati per un aereo e consentiranno a ciascun passeggero di sistemare sopra il proprio sedile almeno una valigia tra quelle più diffuse in commercio (28×40 x 55 cm). La possibile configurazione senza cappelliere centrali prevede in sostituzione pannelli ‘effetto cielo’ che aumentano il senso di spaziosità della cabina passeggeri.

Aumenta lo spazio a disposizione dei passeggeri anche nelle toilette, grandi a sufficienza in tutte le classi da permettere l’accesso alle persone in carrozzina.

A 13 mila metri di quota, la pressurizzazione della cabina in volo sarà equivalente alle condizioni dell’aria ad un’altitudine di 1.830 metri – contro i 2.400 degli aerei attuali – riducendo i disagi che alcuni passeggeri subiscono nei viaggi lunghi.

L’umidificazione dell’aria sarà più elevata rispetto a quella a cui siamo abituati oggi in volo, in modo da ridurre la secchezza della bocca e degli occhi.

Cabina di Pilotaggio 
Progettata in collaborazione con piloti e compagnie aeree di tutto il mondo, la cabina di pilotaggio del 787 è dotata di apparecchiature che permettono ai piloti una migliore gestione dei carichi di lavoro e una maggiore consapevolezza della posizione dell’aereo rispetto allo spazio circostante e al terreno sottostante.

Monitor più grandi rispetto a quelli montati sugli aerei odierni consentono di visualizzare con la massima chiarezza un numero maggiore di informazioni.

Faranno parte della strumentazione standard dell’aereo head up display per entrambi i piloti, ossia la tecnologia che consente di vedere proiettate davanti a sé le informazioni normalmente visibili solo abbassando gli occhi sul cruscotto.

Per migliorare la sicurezza anche a terra durante il rullaggio in aeroporto, i piloti hanno a disposizione una mappa dinamica dello scalo che indica le vie di rullaggio e segnala eventuali ostacoli.

Durante il volo un monitor visualizzà la grafica del terreno lungo la rotta, sempre per assicurare i più alti standard di sicurezza.

Nonostante l’introduzione di molte tecnologie innovative, Boeing ha voluto assicurare a questa nuova cabina di pilotaggio la massima comunanza con quella del più grande 777, in modo che un pilota in possesso di abilitazione per quest’ultimo tipo di aereo potrà ottenerla in soli 5 giorni anche per il Dreamliner.

Link correlati:
More in English